“Sunday Rumble” alla mostra “Visione Introspettiva” di Nunzio Maccioni

locandina nunzio maccioni visione introspettiva

Domenica 15 novembre, dalle ore 17:00, si terrà “Sunday Rumble”, una giornata all’insegna della musica e dell’intrattenimento ludico-ricreativo con il circolo Arci “Mumble Rumble”.  Venite a trovarci per trascorrere insieme una domenica all’insegna dell’arte e della cultura!

Da venerdì 13 a mercoledì 18 novembre a Salerno presso il Palazzo Genovese in Piazza Sedile del Campo, al via la mostra personale dell’artista salernitano Nunzio Maccioni “Visione Introspettiva” a cura di Giorgio Quaglia. L’iniziativa è in collaborazione con l’associazione culturale “Erchemperto” e con il patrocinio del Comune di Salerno. L’ingresso è gratuito. Orari di apertura: 10:00-13:00 / 17:00-24:00

La mostra si apre venerdì 13 dalle ore 19 con il vernissage per introdurre i visitatori alle opere del giovane artista salernitano. Infine mercoledì 18, dalle ore 19:00, si chiuderà la mostra con il finissage con l’esibizione dei “Groove Box”, una band salernitana composta da piano, basso e beatbox. Durante tutta la durata della mostra sarà possibile assistere al LIVE PAINTING dell’artista.

Visione introspettiva mostra l’occhio interiore dell’artista, un’osservazione che si ha attraverso l’introspezione: infatti i soggetti delle opere vengono rappresentati e distorti secondo quella che è la personale visione artistica. I soggetti sono la rappresentazione visiva di un’emozione.

Nunzio Maccioni nasce a Battipaglia (Sa) il 22 giugno 1990, sin dall’infanzia si accosta al mondo artistico attraverso l’espressione più autentica e originale della personalità infantile, il disegno. Si diploma in immagine fotografica, filmica e televisiva e negli anni delle scuole si avvicina al mondo del fumetto sotto la guida del fumettista Enzo Lauria. Alla ricerca di nuove fonti di espressione si avvicina alla pittura dapprima come autodidatta poi, in seguito, frequenta la bottega del pittore figurativo Lello Graziano. Lo scopo di un artista è, generalmente, imprimere l’emozione che in un determinato momento è stata vissuta. La sua pittura è, invece, imprimere su tela non qualcosa che rassomigli all’emozione che si sta provando ma l’emozione stessa, con la sua evoluzione per niente definita in schemi rigidi, logici. Gli stati d’animo mutano, si evolvono cosi come sfuggono, si stravolgono si deformano nelle sue opere. Proprio questa indefinitezza rende l’opera imponente, sembra si espanda oltre i confini della tela immergendo l’osservatore all’interno della mente di colui che ha dipinto il quadro stesso.

Nunzio Maccioni ha già all’attivo numerose esposizioni artistiche, collaborazioni e collettive: di recente (giugno 2015) ha partecipato a Milano ad una tre giorni di graffiti allo Stadio Street Player; nel mese di febbraio ha tenuto la sua prima mostra personale al Museo Roberto Papi di Salerno dal titolo “Mostri dell’Anima”; nel 2014 all’ Opengallery Indipendenza a Gaeta. Inoltre, nel 2016, esporrà le proprie opere all’ Université libre de Bruxelles essendo stato selezionato tra gli artisti del progetto “Chiamata alle arti” a cura dell’Osservatorio Culture Giovanili dell’Università di Salerno.

Per informazioni:
– Sito web: www.nunziomaccioni.it
– Email: info@nunziomaccioni.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *